CORDENONS NUOVO SPORTELLO DI CONSULENZA SULL’ACCESSIBILITA’

Sarà attivato a Cordenons e vedrà coinvolto il Criba

NUOVO SPORTELLO DI CONSULENZA SULL’ACCESSIBILITA’

AL FIANCO DELLE PERSONE CON DISABILITA' DEL PORDENONESE

Frutto della convenzione firmata da Azienda Sanitaria “Friuli Occidentale”, Consulta regionale delle associazioni di persone disabili e delle loro famiglie e Iris cooperativa sociale di Cordenons

 

Pordenone – Un nuovo punto di riferimento per famiglie, associazioni e privati (ma anche enti) dell’area pordenonese interessate ad approfondire o risolvere questioni legate all’accessibilità e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Sarà questo lo “sportello” che nascerà dalla convenzione siglata dall’Azienda Sanitaria n 5 “Friuli Occidentale” di Pordenone, dalla Consulta regionale delle associazioni di persone disabili e delle loro famiglie e dalla cooperativa sociale Iris onlus di Cordenons, con l’obiettivo di portare avanti attività congiunte di collaborazione e informazione per le persone con disabilità e le loro famiglie.

 

Nel concreto la convenzione, che scadrà in questa fase il 31 dicembre 2020, ma potrà essere rinnovata anche per gli anni successivi, prevede l’organizzazione di spazi e personale all’interno della sede della cooperativa Iris onlus di Cordenons, in viale del Benessere 4/d, dove gli esperti del Criba Fvg (il Centro regionale di informazione sulle barriere architettoniche che è una delle strutture più importanti create dalla Consulta regionale delle Associazione delle persone disabili e delle loro famiglie) effettueranno un servizio di consulenza. “Si tratta di un accordo molto importante, che metterà a disposizione del territorio un supporto non indifferente -. La cooperativa, oltre a fornire gli spazi, raccoglierà le istanze e le richieste relative alle barriere architettoniche da soggetti pubblici e privati, e poi, in giornate che saranno concordate e organizzate in base appunto alle richieste stesse, il personale del Criba andrà a Cordenons per le consulenze”.

 

Il supporto e le informazioni fornite dal Criba potranno essere declinate in vari ambiti, da quello edilizio a quello urbano, turistico e dei trasporti, e riguardare suggerimenti di carattere progettuale, ma anche su normative, giurisprudenza, agevolazioni fiscali e contributi pubblici legati all’abbattimento delle barriere architettoniche.